Fai spazio a qualcosa di bello

L’utilità di uno strumento, specie quelli tecnologici, non dipende tanto dallo strumento in sé, ma dall’uso che se ne fa. Perché c’è l’uso ma c’è anche l’abuso. E l’eccesso (abuso, appunto) è quasi sempre foriero di cattive notizie. Gli smartphone oggi sono costantemente nelle nostre mani, a passeggio, in casa, in ufficio e persino in bagno. Anzi, gran parte dei selfie scattati con il telefonino sono fatti in bagno, hai notato?

Allora la domanda è: lo usiamo o ne abusiamo?

Molti dei miei clienti, quando mi parlano delle loro difficoltà legate alla comunicazione, mi raccontano di messaggini, faccine,“dal messaggio doveva capire che”,“era chiaro che”, “nella mail ho specificato che” e così via.

I messaggi, “messaggini”, e-mail, text etc. sono la versione più povera in assoluto della comunicazione che abbiamo a disposizione e talvolta, proprio a questo strumento di così basso livello, affidiamo contenuti per noi importanti, a volte determinanti per i nostri progetti.
Immagino che non metteresti sul parabrezza della tua macchina la busta con i contanti appena ritirati dal bancomat, allora perché affidare ad un mezzo altrettanto insicuro contenuti che dovresti considerare parimenti importanti?

Oggi si è persa l’abitudine a comunicare con la voce che invece è 5 volte più efficace del messaggio scritto. Non sembra anche a te un controsenso?
L’evoluzione ovviamente è stata lenta, ma ogni giorno abbiamo utilizzato la possibilità di inviare messaggi scritti per sostituire quasi del tutto la voce o addirittura un incontro di persona. Non sono la stessa cosa e non lo saranno mai.

Impegnati da oggi a riequilibrare l’uso di strumenti elettronici per migliorare la qualità della tua comunicazione. Prendi un appuntamento per una conversazione telefonica, eventualmente, ed evita di affidare a strumenti di scarsa efficacia contenuti importanti per te o il tuo interlocutore. Nota come i tuoi messaggi saranno recepiti in modo diverso, più profondo, ed avranno anche un feedback migliore.

Limita o elimina del tutto l’uso dei messaggi scritti per 15 giorni e nota quanto tempo riuscirai a risparmiare in estenuanti chiarimenti attraverso continui messaggini o e-mail. I tuoi interlocutori manterranno a mente i tuoi contenuti se comunicati verbalmente perché avranno prestato più attenzione essendo chiamati anche loro a rispondere a voce in modo contestuale.

Questo ti costringerà anche a fare una scelta, una selezione di persone alle quali vuoi veramente parlare oggi ed evitare di investire tempo in conversazioni di scarso contenuto che puoi rimandare ad altro momento. La tua concentrazione sui tuoi veri obiettivi sarà quindi migliore ed i tuoi risultati ne saranno influenzati positivamente.

Commenti (0)

Non ci sono ancora commenti

Lascia i tuoi commenti

  1. Invio commento come ospite. Registrati o Accedi con il tuo account.
Allegati (0 / 3)
Condividi la tua posizione
© 2004 - 2021 claudio micci - All rights reserved.