Vuoi essere felice subito? Ecco 5 scorciatoie!

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Quanto tempo è necessario soffrire prima di potersi meritare una vita migliore? Come si può realmente raggiungere un più alto livello di felicità subito, indipendentemente dal proprio livello economico-sociale? Perché se funziona veramente non viene insegnato nelle scuole?

Quante volte ti sarebbe piaciuto avere una risposta per queste domande?
Ora ti presento 5 scorciatoie per migliorare subito il tuo livello di felicità. Provale e mi saprai dire. Provale però!

Conosci i tuoi poteri?

Innanzi tutto chiariamo una cosa: se non puoi evitare che qualcuno ti tamponi con la macchina, perché su queste cose non hai nessun potere, è altrettanto vero che hai tutto il potere scegliere, in ogni momento, lo stato d'animo che più ti aggrada.

Quante volte ti sei fermata/o a ragionare su quanti e quali sono i tuoi poteri, sui quali puoi contare sempre, e quanto e come li usi?
Per esperienza so che in molti non l'hanno mai fatto. Eppure non bisogna necessariamente essere un "Zio Paperone" o un eroe di qualche fumetto per avere dei poteri e sono altrettanto potenti.
Solo che non li conosci o pensi che non funzionino. Quindi, se stai leggendo questo articolo, ti chiedo di provarli. Provali e dopo che li avrai provati lascia un commento e ti risponderò personalmente perché sono un esperto di questi poteri poiché io li uso tutti i giorni. Ti ripeto, provali!

 

1. Guida i tuoi pensieri

Se è vero che non puoi decidere di non essere tamponata/o da un'altra auto, è altrettanto vero che puoi decidere che atteggiamento avere. Porto l'esempio di un tamponamento automobilistico ma ovviamente quanto sto per dirti vale per qualsiasi cosa che non puoi controllare.

Puoi decidere, per esempio, di avere un atteggiamento pessimista oppure ottimista. Non solo è nei tuoi poteri ma lo fai (forse inconsciamente) ogni giorno. Ciò che maggiormente influenza questo tuo atteggiamento sono gli stimoli esterni come le informazioni che ascolti alla radio, televisione, giornali, telegiornali eccetera. Se ascolti il telegiornale, per esempio, è una lista interminabile di cose brutte, raramente qualche bella notizia. Ora, la tua giornata non si svolgerebbe diversamente senza ascoltare queste informazioni, ma il tuo atteggiamento sarebbe diverso se alla radio, di prima mattina, ascoltassi una lunga lista di cose positive. Il traffico sarebbe lo stesso e ugualmente non troveresti parcheggio, ma vivresti questi aspetti della tua vita in modo diverso, ti causerebbero meno stress. Molto meno stress.

Non lo dico io, ovviamente, ma se fai una ricerca su internet ti accorgi di quanti studi sono stati fatti ed hanno fornito sempre lo stesso risultato.
Chi pensa in modo positivo vive una vita più gratificante e campa più a lungo.

La soluzione non è spegnere la radio o la televisione o non leggere più i giornali (cose che puoi anche fare, hai piena libertà) ma quella di mantenere un atteggiamento positivo, vedere il classico bicchiere mezzo pieno, anziché mezzo vuoto.

Lo so che l'hai già sentita (ed io non ti ho detto che sarebbero state delle assolute novità) ma riflettici bene, quante volte durante la giornata non applichi questa semplice, facile scorciatoia?
Non importa quanto conosci o non conosci una soluzione, ma quanto la applichi.
E se non applichi quelle facili, come fai ad essere assolutamente certa/o che conoscendo qualcosa di più complesso ti adopereresti per applicarla con costanza ogni giorno?

Ti ripeto, tu applicala e poi mi saprai dire.

 

2. Sorridi più spesso

Tu pensa che a me da piccolo dicevano "Il riso abbonda sulla bocca degli stolti" perché ero sempre sorridente. Certo, era gente che usciva da due guerre mondiali e faceva fatica a vedere il bicchiere mezzo pieno perché... mancava proprio il bicchiere.

Ma io rispondevo (per difesa, non certo perché conoscevo ciò che conosco oggi) che quella regola era sbagliata, che chi l'aveva dettata era un incompetente. Ironia, a distanza di anni viene fuori che avevo ragione.

La realtà è che ci sono un sacco di ragioni per sorridere:

a) il sorriso stimola il sorriso
Hai mai fatto caso che se sorridi ad una persona quella non risce a non risponderti con un sorriso? Il sorriso è contagioso. Pensa se riuscissi a contagiare tutte le persone intorno a te ad essere più sorridenti. Come cambierebbe la tua giornata se tutti intorno a te sorridessero e fossero più ottimisti? Ora ti chiedo, perché dovrebbe essere qualcun altro ad iniziare? Nella vita, che ruolo hai deciso di interpretare, quello di spettatore o di attore protagonista? Se vuoi fare lo spettatore io rispetto la tua volontà, però poi non lamentarti dello spettacolo che proiettano nella tua vita...

b) il corpo si adegua... i pensieri anche.
Il cervello, avvertendo che stai sorridendo, adegua la biochimica del corpo e comincia a produrre sostanze coerenti con il sorriso. Il risultato è che realmente poi ti senti meglio... perché stai meglio. Il tuo assetto biochimico, le sostanze che regnano nel tuo corpo sono diverse perché il cervello si è adeguato ad uno stimolo diverso. Ovviamente anche i tuoi ragionamenti sono influenzati dalla biochimica del tuo corpo...

c) prova finché... funziona.
Segui queste semplici indicazioni, anche se al'inizio fingi di sorridere... insisti, ti accorgerai che presto inizierai a sorridere spontaneamente perché realmente ti sentirai più felice.
Lo so che può sembrare demenziale... anche realizzare un software per ricollegare i compagni di scuola all'inizio sembrava una cosa demenziale... poi però è diventato Facebook.
Non importa cosa sembra demenziale o intelligente, importa se funziona o no.

 

3. Loda te stessa/o

Se non trovi fuori luogo lodare i tuoi amici, i tuoi figli, il tuo partner quando fanno qualcosa che ne valga la pena, perché non lodare se stessi?
Aaaahhhhh lo so, anche a te dicevano "Chi si loda si sbroda"? Non ti ho detto di farlo in pubblico o di sbandierare ai quattro venti quanto sei brava/o e bella/o, ma solo di prenderti qualche minuto a fine giornata per apprezzare e godere di quanto di buono hai fatto.

Sicuramente hai lavorato duramente e probabilmente hai realizzato tanto che solo tu riconosci.
Se finalmente sei riuscita/o in qualcosa (che sia giocare a tennis o migliorare il tuo bilancio economico) a fine giornata prenditi qualche minuto per goderti il momento, te lo meriti!

 

4. La quiete prima della... giornata

Prima di iniziare la giornata, concediti qualche minuto per guidare la tua mente in uno stato di quiete.
Avrai sicuramente notato che molti sportivi, prima di una competizione, si isolano con le "cuffiette" dal mondo esterno per portare la propria mente in uno stato di maggiore efficienza.
Molte volte la vita quotidiana di ognuno di noi non è meno impegnativa, anzi. Allora perché non fare altrettanto?

Prima ancora di aprire gli occhi al mattino, mentre sei ancora a letto, fai un bel respiro profondo e calma la tua mente. Pensa positivo. Espelli tutte i pensieri negativi e le ansie associate alla giornata che hai davanti. Rilassati nella tranquillità di quel momento. Il mondo può aspettarti qualche minuto.

 

5. Cucina solo per te stessa/o

Una volta ogni tanto cucina il tuo piatto preferito, solo per il tuo piacere. Se al tuo partner non piace il tuo piatto preferito o "comfort food" oppure i tuoi figli non possono mangiarlo, organizzati il giorno prima per il giorno dopo. Fai in modo che ognuno abbia il "suo" ma non rinunciare a gustarti, una volta ogni tanto, quel piatto che tanto ti ricorda la tua infanzia o che tanto ti è piaciuto in un particolare momento della tua vita.

La dieta non fa bene al cervello, né ciò che fa bene al cervello fa sempre bene al corpo... ma un compromesso si può trovare.

 

Quelle che ti ho scritto sono 5 scorciatoie che hanno un solo limite: sono gratuite. Per il resto funzionano perfettamente.

Non vengono insegnate nelle scuole perché noi nasciamo perfetti... quando una bambina o un bambino ridono... dici che stanno bene, che sono sereni. Ciò vuol dire che essere felici è sintomo di salute e benessere psico-fisico che è normale avere, non va indotto con medicine o terapie infantili. È normale averlo. Sarebbe normale anche mantenerlo. Invece ci adoperiamo per trascurare, ogni giorno, piccoli accorgimenti come queste cinque scorciatoie per preservare il capitale di felicità che ci è stato consegnato alla nascita.

Come ti ho detto, provale.

Ti invito a fare il test gratuito Quanto sei felice?

Poi segui queste cinque scorciatoie per un mese e dopo ripeti il test. wink

fShare
13

 

 

Iscriviti alla newsletter